Firmato il contratto con Stadler per la fornitura dei nuovi treni

08 gennaio 2021

Locarno ha ospitato a fine dicembre un evento di portata storica per l’azienda locarnese: la firma del contratto con Stadler per la fornitura degli otto nuovi treni che saranno messi in esercizio entro la fine del 2023. Un ulteriore passo che proietta FART verso un futuro in cui la rinomata Ferrovia delle Centovalli mira a ritagliarsi un posto di primo piano tra le ferrovie panoramiche della Svizzera.

Il nuovo materiale rotabile sarà composto da quattro treni a 4 elementi che saranno impiegati nel traffico internazionale e da altri quattro treni a 3 elementi che saranno in servizio nel traffico regionale. I nuovi treni dovranno soddisfare sia le esigenze dell’utente pendolare, sia quelle del turista che cerca degli standard di qualità più elevati in termini di comfort, edutainment e flessibilità.

I nuovi treni saranno progettati secondo standard di costruzione elevati in grado di garantire maggior comfort di viaggio e di offrire ai passeggeri le più performanti tecnologie d’informazione.

Il quartier generale FART in via Galli a Locarno, ha fatto da cornice alla firma del contratto di fornitura. Un atto formale che assume grande valore storico per una ferrovia che è stata definita da Lonely Planet come una delle più belle al mondo e che ambisce a ritagliarsi un posto di primo piano tra le ferrovie panoramiche della Svizzera, contribuendo ad attirare nuovi turisti nella regione. Grandi ambizioni che non fanno tuttavia dimenticare anche la crescente importanza che la ferrovia rivestirà per il traffico regionale con la futura introduzione della cadenza semi-oraria tra Locarno e Intragna.

I nuovi treni entreranno in funzione entro la fine del 2023, in concomitanza con l’avvio dei festeggiamenti previsti per celebrare i 100 anni della storica ferrovia.